mercoledì 7 ottobre 2015

Ti hanno mai detto che era solo un B2?

 
 
Ottobre è il mese dedicato alla prevenzione contro il tumore al seno. So che non c'entra molto con la linea editoriale del blog, ma c'entra con la vita. E direi che merita il suo spazio.
Anche qui, in un blog che parla di cinema e letteratura.
 
Gira da qualche giorno, una locandina realizzata dalla Lega italiana per la lotta ai tumori (Lilt), la quale ha pensato "bene" di scegliere come testimonial, una bella donna. La bella donna è Anna Tatangelo, e fin qui direi che non c'è nulla di male. Perché dovrei scatenare una bufera?
In fondo è il messaggio che conta. Quello che, questa donna scelta, riesca a trasmettere attraverso il suo corpo, i suoi occhi, la sua persona, la sua storia.
Un seno rifatto stretto tra le braccia, e la faccia sbiadita di una gatta morta, però, non trasmette esattamente quel messaggio. Il messaggio rivolto a tutte le donne, a quelle che non hanno ancora mai fatto una visita al seno, mai una mammografia. A quelle che di visite ne hanno fatte fin troppe. A quelle che hanno lottato contro il male. A quelle che hanno vinto. A quelle che non ce l'hanno fatta. A quelle che, del loro seno, non resta che una cicatrice. E il dolore. L'umiliazione. Il rifiuto di un corpo che non si accetta quasi più.
 
E invece la testimonial scelta dalla Lilt, è bella. Sembra non avere la più pallida idea di cosa significhi... un ago infilato nel seno. La chemio, le cure devastanti e il crollo di tutte le certezze.
No.
La bella donna non si è mai sentita dire: "E' maligno!", oppure "Era solo un B2 signora, stia tranquilla".
A voi l'hanno mai detto, che era solo un B2?
Chissà se alla testimonial bella e col seno rifatto, lo abbiano mai detto...
 
Ottobre rosa. Vuol dire che dobbiamo pensare a noi, a prevenire qualcosa che potrebbe distruggerci. Non è per appesantire i vostri pensieri, ma in Italia si ammalano 48.000 donne ogni 12 mesi. La buona notizia però, è che grazie alla prevenzione, le guarigioni sono raddoppiate in venti anni.
 
A me l'hanno detto. Che era solo un B2.
Mi hanno infilato un ago da 8 nel seno.
Mi hanno detto di stare tranquilla.
Tranquilla un cazzo!
Mentre uscivo dallo studio, il medico mi ricordava che sarebbero passati quindici giorni, e poi avremmo avuto la risposta.
La risposta.
Maligno o benigno.
La va o la spacca!
E sono stati quindici giorni pieni di paura.
Sono uscita dall'ospedale con il ghiaccio sul seno.
Avevo la tetta addormentata.
Fanculo!
Mi sentivo stordita, lo ero.
Il medico prima di bucarmi la tetta mi fa: "Tranquilla signora, è un'anestesia leggera. Quella che usa il dentista".
Sarà... ma a me quell'ago metteva ansia.
E mentre quello spingeva, sempre più a fondo, fino a bucare la mia carne, quell'ago aspirava qualcosa di me.
Di mio, della mia intimità, della mia persona, del mio essere donna.
Non avrei mai voluto perdonarlo.
C'ho pensato per quindici giorni, rivedevo gli occhi del medico e continuavo a sentire quell'ago.
Quando sono tornata, in quello stesso studio, il medico che avrei voluto uccidere era lì. Sempre lui.
Aveva in mano la mia risposta.
Maligno o benigno.
Benigno o maligno.
O va bene o va male.
Quello poi sorride, mentre a me mancava l'aria nel petto.
Stavo morendo.
"Come immaginavamo..."
- Io non ho immaginato un bel cazzo di niente, ma vabbè...
"Era solo un B2".
Che in termini pratici vuol dire?
"Un fibroadenoma. Un tumore benigno. Molto frequente nelle donne della sua stessa età".
Ero viva e lo sarei stata, almeno per un altro po'.
"Ma questo coso... potrebbe cambiare e diventare pericoloso?" - chiedo io.
"No signora, stia tranquilla. Ma d'ora in avanti la chiameremo per la prevenzione del tumore alla mammella. Una volta all'anno verrà qui e faremo un controllo".
"Ok, ma non bucarmi più la tetta o ti spacco la faccia!"

 

11 commenti:

  1. Fai bene a parlarne. Cristo santo se fai bene. Per stanchezza non ne parlo mai, oltre ai casi della vita incontro questi drammi per via del mio lavoro e ti garantisco che è sfiancante, ma dovrei, dovrei farlo. La prevenzione è IMPORTANTISSIMA. Ho visto morire troppe persone, non in senso figurato, realmente. Per fortuna grazie alla diagnosi precoce sempre più donne riescono a salvarsi. Brava, bravissima Valentina.

    RispondiElimina
  2. A me han detto che era un B2 ma sarebbe potuto diventare un casino...diciamo che ho qualchecosa in comune con una certa Angelina (e non è Brad Pitt)..vabbè, torniamo a noi...non ho dubbi che alla Lilt ci siano solo brave persone e la Tatangelo sia in più che buona fede..ma il messaggio questa volta è sbagliato, o forse non riesce a passare...tutto qui....

    RispondiElimina
  3. Grazie Massimiliano! Avevo intuito il tuo "stare nell'ambiente", ecco. ;-)
    Dalla mia esperienza ho capito tante cose, soprattutto guardo a me stessa con molta più attenzione. ho capito che la vita ti può cambiare in un attimo, e se il mio destino, almeno una parte, sta nelle mie mani, allora non devo fare cazzate. La prevenzione è importantissima, sì. Confido in questo, e spero che le guarigioni aumentino sempre di più. Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  4. Lo credo anche io sorè. E spero quel coso non faccia lo stronzo, e se ne stia alla larga. Un abbraccio. <3

    RispondiElimina
  5. Mi sono permesso di diffondere il tuo post su twitter e sulla mia pagina fb, anche se quei social sono poco attenti alle cose serie, ma basta anche una sola ragazza che recepisce e decide di informarsi ed è già un successone.

    RispondiElimina
  6. Ma grazie Massimiliano! Sono più che felice di saperlo. Grazie. E speriamo serva a qualcosa... a presto.

    RispondiElimina
  7. Lo hanno detto pure a me, e lo hanno pure asportato ormai 5 anni fa quel maledetto B2. La Lilt da allora è diventata la mia migliore amica, l'appuntamento fisso di ogni anno per cui anche ogni piccola traccia di pudore se n'è andata.
    Questa volta però hanno toppato alla grande, se ne parla e se ne parlerà, e questo è un bene, ma so già che le volontarie, le infermiere, il mio medico davanti a quella foto hanno storto il naso, come noi.

    RispondiElimina
  8. Lo credo anche io Lisa. Immagino quel pudore che se ne va...
    Io devo controllarlo tra sei mesi, se cresce troppo dovrò asportarlo anch'io. Vediamo un po' come va. ;-)
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  9. VAlentina... il mio non era B2. Lo avevao chiamato 19 anni fa T4. Quello di mia mamma T2 Lei operata a luglio e io a settembre dello stesso anno.
    Siamo qua! Grazie alla scienza che ha fatto progressi. Grazie ai medici dell0ospedale di ASti che ci hanno guardate meravigliosamente. Grazie agli ocologi e al personale infermieristico del day hospital oncologico. Grazie al chirurgo e ai medici e teccnici della radio terapia.
    Grazie a noi due che abbiamo aiutato i medici reagendo, non arrendendoci.
    Si può fare! Si deve fare!
    Ti condivido stella! Bacio!

    RispondiElimina
  10. Grazie per aver condiviso la tua, la vostra, storia. Ti abbraccio forte e grazie ancora, voi rappresentate la nostra speranza di farcela. Siamo donne, siamo guerriere! Cuore grande per voi <3

    RispondiElimina
  11. Io ci sto dando dentro di fibroma bis e ciste ovarica. La ciste è andata via con la pillola (e meno male che era meno di un centimetro che tra un po' la barba mi veniva ahahah), ma il malefico è ancora lì. Eccerto che è ancora lì mica se ne va da solo. Lo voglio togliere. Ma è piccino porello, e deve diventare un bambinone per 'venire al mondo'. Alla prossima visita che per mancanza di tempo farò, vedrò di fare leva sulla recidività, il trascorso familiare, poi boh, per ora vai di scan. Devo dire che la prevenzione in Uk è strana forte: il pap test è gratuito ed è obbligatorio. Ogni volta che ti iscrivi a un nuovo dottore (se cambi zona ti tocca), la prima cosa che ti chiedono è se hai fatto lo smear test. Ma per fare controlli ginecologici che per noi sono pura routine, devi invece avere dei problemi specifici per andare dal ginecoloco (tipo che ti sta venendo la barba ecco :-D). Poi tutto aggratis (finché la vacca grassa lo permette), però insomma, alla fine la prevenzione c'è. Sulla mammografia devo ammettere la mia ignoranza, ho fatto una volta una radiografia, ma la mammografia l'ho sempre vista come prevenzione dopo gli 'anta', O me tapina, grazie!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...