giovedì 31 dicembre 2015

Bilanci, buoni propositi e Elena Ferrante

 
 
Se dovessi fare un bilancio di questo 2015, tutto ricondurrebbe alla mia prima grande gioia professionale e personale. La pubblicazione del libro e le parole di stima e affetto che piovono sui miei giorni rendendoli unici, nondimeno surreali. Ancora me lo guardo sopra la mensola ormai piena, della sala, che fa da capofila e spesso mi cattura gli occhi, come a dire:"Guardami, e dimmi che si prova!"
Apre e chiude una serie infinita di colori e pagine scritte da altri e altre, per me, per allietare le mie notti più scure. E lui se ne sta lì, beato e fiero, al posto giusto. Caramelle al gusto arancia chiude un anno meraviglioso e la mia speranza è che ne possa inaugurare numerosi altri. Vorrei inaugurasse domani, e tutti i domani che verranno. Vorrei che fosse sempre presente, affinché io possa ricominciare partendo proprio da lì, da dove siamo arrivati io e lui, insieme. Senza dimenticare da dove siamo partiti, i giorni e le notti pieni di entusiasmo, e quelli aridi, spenti e difficili.
Voglio ricordarmi di loro quando tornerò davanti al pc e le parole mi saranno ostili.
Chissà che effetto farà...
 
Ma la mia vita è anche altro, sì. Ad esempio la mia vita è questo blog, il quale rappresenta il meglio di me, la parte sana di questa passione che arde e smuove l'universo, senza freno. Il bilancio non è dei migliori, perché CriticissimaMente quest'anno è stato un po' trascurato, non ho scritto con costanza, non ho scritto tutti i giorni. Eppure lui capirà, ne sono certa. Così come, spero, capirete voi lettori e colleghi della blogosfera. Sarebbe banale e ripetitivo star qui a sottolineare le ragioni... quindi passo direttamente alle promesse, ai buoni propositi per il nuovo anno.
A partire dal primo giorno del nuovo anno, dunque domani, scriverò un post al giorno. Voglio farlo, a tutti i costi, perché lo devo al blog, a me stessa, e a tutti voi che da sempre mi seguite e sostenete questa avventura meravigliosa iniziata nel 2012.
E poi scrivere qui è la migliore palestra.
Qualcuno mi ha chiesto: "Stai scrivendo dell'altro? Hai intenzione di pubblicare ancora?"
Beh, certo che sì!
Voglio dire, se le parole mi vengono incontro e l'entusiasmo non mi abbandona, non potrei desiderare altro che continuare. Per godermi tutta la gioia e la soddisfazione, per crescere e non smettere mai di imparare. 
 
Anche se, a certe cose, non ci si abitua mai...
- Vale posso farti un'intervista per il mio sito/blog/giornale?
- Vale, ho letto il tuo libro e...
- Ciao Vale ho comprato il tuo libro e non vedo l'ora di iniziare.
- Voglio una dedica!
- Mamma fa la scrittrice!
 
Mi vengono in mente le parole, rarissime, della Ferrante in una recente intervista. Ci tengo a precisare che, a mio avviso, tutto il caso mediatico e letterario e editoriale montatole attorno, mi urta abbastanza il sistema nervoso. Queste ragioni mi hanno portato a non leggere i suoi libri. Neanche uno.
 
 "Lei hai detto che rivelare la sua identità adesso sarebbe deplorevolmente incongruo. Ma non si sente sotto pressione per il suo successo? Che cosa prova quando entra in una libreria o un aeroporto e vede pareti intere piene di suoi libri in vendita?
Evito con cura spettacoli del genere. La pubblicazione mi ha sempre dato ansia. Il mio testo riprodotto in migliaia di copie mi sembra una forma di presunzione, mi fa sentire in colpa".
Fonte IlSole24Ore.
 
Tuttavia, tra i vari buoni propositi dell'anno che verrà, c'è quello di iniziare a leggere la misteriosa scrittrice che parla di donne e alle donne, anche se, tutti continuano a chiedersi:" Ma è 'n omo o 'na donna? Ma... è una/uno oppure 'no squadrone?"
Ce lo sapremo ridire tra qualche anno, anche perché questa storia mica dura in eterno... nel frattempo io vi dico che, in tutta sincerità, nell'eventualità remota delle migliaia di copie, io mica mi sentirei in colpa. Anzi...
Vi lascio con i miei migliori auguri di buona fine e buon principio - banale, lo so - e spero che voi troviate sempre giorni nuovi, pieni di voglia e d'entusiasmo.
Ci si sente nel nuovo anno!


6 commenti:

  1. Complimenti ancora per il tuo traguardo editoriale, Valentina, e che queste soddisfazioni proseguano o si arricchiscano nel nuovo anno! Buonissimo 2016, buona scrittura e buone letture! :)

    RispondiElimina
  2. Grazie mille Cristina! Complimenti a te e tanti Auguri. Felice tutto! =)

    RispondiElimina
  3. Un bacione grande e tanti, tantissimi auguri, come dico sempre:"l'anno migliore è quello che deve ancora iniziare".

    RispondiElimina
  4. Grande Vale! Un libro è una cosa di cui esserne fiera, io sono fiero di te! Auguri ;)

    RispondiElimina
  5. Cari Auguri per un meraviglioso 2016! ^_^

    RispondiElimina
  6. Complimenti per tutto, anche per la radio che seguo anche se solo oggi ho commentato su facebook :D
    Ricambio gli auguri per un ottimo 2016 ^^

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...