martedì 5 agosto 2014

Charles Bukowski al cinema. Storie di sbronze e di pop corn.


Il 9 marzo del 1994 a San Pedro, Los Angeles, morì uno dei più grandi scrittori del Novecento, paladino della semplicità e di quel realismo sporco, fatto di sesso e di alcol, di eccessi e di vagabondaggio dell'anima. Con quella sua semplicità Charles Bukowski divenne uno dei pochi scrittori in grado di afferrare la realtà delle cose, senza abbellirle di fronzoli sontuosi o allettanti, solo raccontandola così com'è, bella o brutta che sia poco importa.

Oggi ricorre dunque il ventennale della sua scomparsa, e in libreria esce il saggio divulgativo scritto da Michele Nardini, Charles Bukowski al cinema. Storie di sbronze e di pop corn. Edito da Giovane Holden Edizioni, questo libro vuole raccontare il cinema e la poesia di Bukowski al tempo stesso. Anche se lui del cinema aveva un' idea ben precisa: "Il cinema, luogo del pop corn, del tempo sprecato e dell'impossibilità di bere un drink in santa pace".

Nonostante ciò, sono molteplici i punti di contatto con la settima arte, basti pensare a Storie di ordinaria follia, BarflyFactotum, portati sullo schermo da registi diversi, ognuno di importante rilievo nel panorama cinematografico mondiale. In ordine Marco Ferreri, Barbet Schroeder e Bent Hamer.
Al di là degli sforzi che un regista più o meno faccia, pur di rispettare lo spirito dell'opera originale, c'è da dire che anche in questo caso, rimane difficile riscontrare nei film, lo stesso filo diretto che lega la vita alla letteratura, rintracciabile solo e unicamente, nelle pagine scritte dall'autore statunitense.

Nel libro di Nardini, c'è l'analisi dei film ispirati alle opere dello scrittore, e allo stesso tempo la descrizione dei mondi in qui egli viveva e si muoveva. Catturandone il meglio e il peggio. 
C.B. cantore dei bassifondi urbani e della frantumazione dell'American Dream, per comprendere la sua poetica, bisogna partire da quella sua innata "tendenza" a far confluire l'arte nella vita e la vita nell'arte. 

A vent'anni dalla sua morte, Bukowski, non è solo un'icona nel mondo letterario e cinematografico, ma un punto di riferimento prezioso per chiunque voglia avvicinarsi al mondo della scrittura, sia essa letteraria o cinematografica.

I libri di Giovane Holden Edizioni sono in vendita in tutte le librerie.
On line all'indirizzo www.giovaneholden-shop.it
Prezzo di copertina 15,00 euro.


0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...