lunedì 14 ottobre 2013

Magic Mike - "Scavicchi ma non apra".



Magic Mike è il film di/e per Channing Tatum diretto però da Steven Soderbergh. Woow, un film di M (di Mike). Non fraintendete...

Chiaro che Magic Mike sia anche e soprattutto un film per quante più femmine attempate e non, che adorino accrescere la propria femminilità, all'interno di locali di un certo tipo. Dove magari volano perizomi, oppure dove dei simpaticoni pompati di nulla ti sbattono gli attributi in faccia. Bello eh? Ma come si dice, evviva la libertà, no?
No. Io sono dell'idea che esista un limite a tutto. Ma un limite che sappia regolare e salvaguardare sempre, la nostra dignità. L'amor proprio di cui spesso si parla, avete presente? Ecco, io credo che il cinema, immaginandolo ora come una persona in carne ed ossa, abbia completamente detto addio alla dignità poco prima accennata. E non si tratta di fare i bigotti perbenisti, di quelli che non hanno mai messo piede in un locale un po' più sopra le righe. Credetemi, io qui parlo di dignità, ma è un significato più ampio, che arriva fino all'immagine più intima che si possa dare all'Arte. Si parla di cinema, in questo caso. 


Non mi basta l'idea e dunque il potenziale che tu, caro Soderbergh, vedi dietro la storia di questo ragazzo; che di giorno si dà da fare e trova pure il tempo per sognare, mentre di notte "taaac" si trasforma in una macchina attizza donne micidiale. Sì, ci sta che tu mi voglia dire: "guarda che nella vita ti capiterà di incontrare persone che non sono specchio delle loro azioni". Vero. Ma tutto questo non basta a fare un film. Altrimenti li faremmo tutti. Anche mia nonna che di perle di saggezza ne sfoggia a dozzine ogni giorno. Qui parliamo di un regista già di suo discutibile, che ha saputo, non si sa come, realizzare un grandissimo film quale è stato Erin Brockovich - forte come la verità, la trilogia di Ocean sì, ma nulla di memorabile. Contagion, Solaris (mi manca) ma a ben vedere in questi ultimi anni Soderbergh cosa ha fatto? Prima di Magic Mike ci ha provato con un inguardabile mezzo thriller Knockout - la resa dei conti. Ultimo Effetti Collaterali, forse il "meno peggio" dei più recenti titoli. (Sarà perché il personaggio [*SPOILER] di Tatum muore presto?)

Tornando a parlare di Magic Mike, io ho detestato la scelta così palese di differenziare la vita all'interno del locale da quella esterna. C'era davvero bisogno che tu marcassi la luce nelle riprese esterne con un giallo disturbante? Non credo. Non credo minimamente poi nella riuscita di una storia vera riportata sullo schermo e fatta incarnare dallo stesso protagonista. Che Tatum sia stato uno spogliarellista non determina affatto la riuscita del film. Poi la banalità del già visto e stravisto. La ragazza "diversa" da tutte le altre, l'unica a non accettare la vita sballata di questi ragazzi (sorella poi di un neofita che finirà per perdere il controllo sulla propria vita). Per il suo ruolo avevano chiamato Jessica Biel, lei ovviamente, ha rifiutato. Pensare che all'inizio Tatum presentò il progetto a Refn... fortuna c'era Only God Forgives a tenere impegnato il regista.


Non è bastata nemmeno la presenza di un buon Matthew McConaughey a salvare il film. Ripeto, e mi rivolgo a voi donne. Libertà di chiudersi in locali simili e infilare "euri" nelle mutande di fantocci bellocci. Così come sarebbe assurdo e ipocrita giudicare la vita di questi ragazzi che esibiscono il corpo pur di campare. I soldi facili oggi come oggi non farebbero vergognare nessuno. Purtroppo. Però qui si parla di cinema e, cinematograficamente parlando Magic Mike è il ritratto del vuoto allo stato puro. Non serve a nulla, si traveste da film portatore di verità assolute, capaci di abbattere i pregiudizi. Ma alla fine non rimane nulla. Nulla di più, di uno "scavicchi ma non apra" qualunque...




7 commenti:

  1. Lo trovato irritante oltre misura. La saga del manzo....Sto seriamente pensando che i 4-5 film decenti di Soderbergh siano stati una clamorosa botta di fortuna....

    RispondiElimina
  2. Sarà che li vedo con occhi da 'uomo' ma... non mi è dispiaciuto. Filmetto sì, ma almeno coerente con sé stesso. Non l'ho trovato depositario di nessuna verità.

    RispondiElimina
  3. Beatrix sono d'accordo. Vuoto e inutile. La saga del manzo...XD
    Io a volte ci penso e me lo chiedo se non siano stati davvero abbagli, quei tre quattro titoli riusciti di questo regista. Bah...

    RispondiElimina
  4. Sì Giacomo, ma essere coerenti con sé stessi non significa necessariamente fare qualcosa di buono e utile in senso cinematografico. Non lo so. Per me è stato imbarazzante. E non per le chiappe in mostra e quant'altro...per la banalità generale del film che avrebbe voluto dire qualcosa e, secondo me, neanche ci è riuscito. ;-)

    RispondiElimina
  5. A me non è affatto dispiaciuto: l'ho trovato un discreto ritratto della situazione attuale che spinge ad inventarsi o reinventarsi in qualsiasi lavoro.

    RispondiElimina
  6. Purtroppo a me è sembrato un buco nell'acqua. Non aiuta l'inutilità espressiva di un attore protagonista, anche il resto del cast (tolto McConaughey) fa ridere. Tatum per me non può recitare, non è in grado. =)

    RispondiElimina
  7. se un domani commetto un crimine e mi dicono "scegli o vai in galera o guardi magic mike" forse allora potrei optare x vedere sta roba, altrimenti.....

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...