mercoledì 9 settembre 2015

Penombra, di Gian Luca A. Lamborizio

 
 
Una piccola antologia di racconti che esplora la psiche e rispetta le più tipiche dinamiche del Thriller. Penombra, di Gian Luca A. Lamborizio, non ha la pretesa di stravolgere o rinnovare un genere, ma offre al lettore un concentrato di follia e dolore da metabolizzare in fretta. La rapidità con cui si succedono i cinque racconti, è tale da ingannare gli occhi e l'immaginazione. Quella reazione quasi fisiologica, tipica dinanzi a un noir, che induce a chiedersi di tutto a proposito del "chi", del "come" e del "perché", viene qui minimizzata a favore di un più meticoloso studio dei colori, dei sapori del male e della follia.
 
"Puzza di muffa, abbandono e sporco.
I tre odori si mescolavano e rendevano l'aria pesante, a tratti nauseabonda".
 
L'autore, alessandrino di nascita e milanese di adozione, si muove in un'alternanza continua di ordine e caos, luce e buio, passato e presente. Vuole che questi racconti, i primi più slegati, gli ultimi accomunati dalla presenza del commissario Molteni, si perdano tra le righe fino a ricongiungersi, tutti, nel luogo più nero della notte. Dove la mente nemmeno arriva, eppure è costretta a guardare.
 
Fatti orribili e storie dal passato tragico. Violenze domestiche e la paura che poi quell'orrore si possa ripetere. Uomini e donne condannati agli angoli delle stanze, obbligati a vedere il sangue, a reagire senza battere ciglio.
Ma le conseguenze del male prima o poi riaffiorano, al di là della colpa e della giustizia.
 
Il male, quel parassita che vive dove c'è poca luce, e condanna chiunque sfiori, alla penombra.
 
 

6 commenti:

  1. Ahi ahi a breve uscirò con un romanzo che affronta tematiche simili, spero possa piacere come è piaciuto a me scriverlo. A questo punto è doveroso che io legga quello di Lamborizio.

    RispondiElimina
  2. Io sono quasi sicura che sarà un piacere anche per noi...
    A proposito, non vedo l'ora di potertelo dire!
    Fammi sapere sull'uscita del romanzo, ci tengo. =)

    RispondiElimina
  3. Non l'ho letto perché non mi piacciono le raccolte, son contento non ti sia dispiaciuto...

    RispondiElimina
  4. Mi ero incuriosita con la tua segnalazione, poi ho ricevuto la proposta dell'autore e sono riuscita a leggerlo questa estate. A me invece piacciono le raccolte. Ho un debole per i racconti. =)

    RispondiElimina
  5. Ho conosciuto Eretica Edizioni un mesetto fa e da allora ho letto varie segnalazioni dei suoi libri. Sembra una buona casa editrice

    RispondiElimina
  6. Ciao Michele! =)
    Penombra è il primo libro che leggo di questa casa editrice, e sono rimasta soddisfatta.
    Curiosa di leggerne ancora.
    A presto ^_^

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...