mercoledì 8 maggio 2013

Il Google Doodle di oggi, omaggio a Saul Bass.



CriticissimaMente ha un certo debole per i Doodle, più che altro la curiosità è regina incontrastata da queste parti, e basta una piccola opera d'arte in movimento a rapirmi completamente. Google ha questa insolita abitudine di dedicare, di tanto in tanto, un piccolo e originale omaggio ad artisti che in passato hanno reso le loro "imprese" tanto grandi, da meritarne il ricordo ancora oggi. Insomma un diversivo apportato alla navigazione, per renderla più divertente e dinamica, e al tempo stesso celebrare ricorrenze, festività particolari e quant'altro.

Oggi, di 93 anni fa, nasceva a New York Saul Bass, un talentuoso designer e pubblicitario. Da assistente al dipartimento artistico della Warner Bros alla "chiamata" di un regista importante per commissionargli la realizzazione di un poster per il suo ultimo film. Quel regista fu Otto Preminger, e rimase così soddisfatto del lavoro di Bass da affidargli persino i titoli di testa dello stesso film, Carmen Jones. Era il 1954 e da allora la sua ascesa fu sorprendente, seguirono altre collaborazioni con Billy Wilder, con Robert Aldrich e poi di nuovo con Preminger per L'uomo dal braccio d'oro (1955), con il quale ottenne il benestare ufficiale di Hollywood. 

Quella del cadavere diviso in più parti è forse una delle più note, la vediamo infatti nel doodle, e appartiene al film del 1959 Anatomia di un omicidio, sempre di Preminger. I pezzi del corpo scivolano via seguendo il ritmo jazz della colonna sonora scritta da Duke Ellington (straordinaria!). Questi piccoli capolavori, in grado di riassumere in pochi minuti l'essenza dell'intero film, fecero gola ad altri grandi registi di allora, arrivarono infatti le chiamate di Sir. Hitchcock, e come dimenticare le intro dei film Vertigo, North by Northwest e Psycho? Per Kubrick realizzerà i titoli del film Spartacus e un poster per Shining.  Fondamentale fu il sodalizio professionale con Martin Scorsese degli anni '90, ricordiamo i film Quei bravi ragazzi, L'età dell'innocenza e Casinò, aggiungendo a questi la realizzazione del poster per Cape Fear - Il promontorio della paura. Il giro del mondo in 80 giorni,West Side Story, Anime sporche, Alien, il poster per Schinder's List, questo giovane nato nel Bronx ha reso onore a una pratica inizialmente considerata noiosa e di poco conto, quella che ancora oggi a distanza di anni fa di lui, il genio assoluto dei titoli di testa.  



3 commenti:

  1. Ciao, Valentina! Ho pensato di segnalare ai miei lettori il tuo blog, assegnando a Criticissimamente un premio, che trovi al seguente link: http://athenaenoctua2013.blogspot.it/2013/05/the-versatile-blogger-v-vi.html
    Complimenti per i tuoi interessanti articoli! Cristina

    RispondiElimina
  2. Ma quale onore!!! Grazie mille davvero, vengo subito a dare un'occhiata...;-)

    RispondiElimina
  3. Sono sempre io! Ho ricevuto un nuovo tipo di premio e mi è sembrato che si addicesse molto al tuo blog: http://athenaenoctua2013.blogspot.it/2013/05/very-inspiring-blogger-award-e-liebster.html
    Buona serata! Cristina

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...