mercoledì 1 maggio 2013

Io non sono ateo: conosco il segreto dell'acciaio.



Abbattere stereotipi, pregiudizi e razzismo, non è impresa facile. Non pare esistano punti fermi al di là della fede personale. Conoscere il punto eutettico dell’acciaio, però, è l’unica strada giusta per la redenzione.
Matteo Meleddu è un lettore. Possiede e ha letto, nonostante la sua giovane età, più di cinquemila volumi di vario genere. Basterebbe questa unica nota biografica a qualificarlo, soprattutto alla luce della scarsa propensione dei suoi connazionali alla lettura.

Vorrei parlare oggi di Matteo e di questo che, sembra avere tutte le carte in regola, per essere un libro davvero interessante. Si tratta infatti di  un lavoro di ricerca e raccolta di riflessioni, tratte dalla pagina “Aforismi Atei” di Facebook, di cui è egli stesso amministratore. Io non sono ateo: conosco il segreto dell’acciaio sarà disponibile a partire da giovedì 9 maggio 2013. Il libro è acquistabile sul sito dell’editore all’indirizzo www.faligi.eu e nelle migliori librerie. 


Impatto e Scandalo. Questi due termini spiegano il “non se la sono sentita” dei distributori che hanno deciso di NON fornire questo libro nei loro canali di vendita. Questo rifiuto permette di comprenderne lo stile e i contenuti, mettendo in evidenza l’assoluta assenza di autocensura. Ma attenzione, tutto ciò non significa che sia un testo volgare. Tutt’altro. L’elevata qualità di scrittura e l’incredibile capacità dell’autore di non scadere nelle subdole trappole della banalità e della mediocrità, rendono questo libro un’interessante finestra sia sull’ateismo, la religiosità e la diversità di culto professato, sia sulla situazione politico-sociale italiana. La struttura del libro è semplice e diretta: gli argomenti sono suddivisi in capitoli. L’introduzione “Aforismi atei” si rifà al nome della pagina Facebook dalla quale è tratto il libro. Il contenuto è esplicativo della pagina stessa, andandone a sottolineare lo spirito e le chiavi di lettura, dando la possibilità al lettore di comprendere e di non fraintendere i contenuti del testo. Segue il corpo vero e proprio del libro, i capitoli riguardanti gli argomenti tratti dalla pagina del social network. Terminati gli argomenti veri e propri l’autore ha voluto portare all’attenzione del lettore altri importanti punti, tra cui alcune tra le “amenità” (così vengono definite dall’autore stesso) che, quasi ogni giorno, vengono recapitate agli amministratori della pagina tramite messaggi di posta elettronica e tradizionale. Un capitolo è dedicato alle immagini di natura provocatoria che sono state censurate dal social network a causa delle segnalazioni di chi, invece di discutere civilmente, ha
preferito tacitarle. Il libro termina con la postfazione a cura del fondatore della pagina.




2 commenti:

  1. Interessante, un libro che tratta certi argomenti, di solito, non me lo lascio scappare! (sono un appassionato lettore delle edizioni kaos e La fiaccola)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora questo ha tutti i presupposti per farsi piacere...incuriosisce molto anche me. Voglio leggerlo.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...