martedì 30 ottobre 2012

C'è un Muppet...(Mah-Nà Mah-Nà)


"Avete rapito Jack Black? Ma è illegale. Ma Kermit cos'è più illegale, importunare leggermente Jack Blaaaack o distruggere i Muppets per sempre"?

Lo storico Teatro dei Muppet rischia di essere raso al suolo. A volerlo è il petroliere Tex Richman (Chris Cooper). Per salvare il teatro Kermit, Walter, Gary (Jason Segel) e Mary (Amy Adams) partono alla ricerca dei Muppet, ormai sparsi in diverse parti del mondo, per vederli ancora una volta insieme e mettere in scena il  Greatest Muppet Telethon Ever.

Certo ne è passato di tempo dall'ultima apparizione di questi adorabili "pupazzi/marionette" sul grande schermo. Parliamo infatti del 1999, anno in cui uscì I Muppet venuti dallo spazio, sesto film interpretato dai protagonisti di gomma e il terzo realizzato dopo la scomparsa del vero padre, Jim Henson. Oggi, a distanza di anni, si ritorna ad assistere a una di quelle che io definisco "imprese" cinematografiche. Dico questo perché in ballo ci sono "creature" immaginate e realizzate da un uomo verso gli anni '50 e divenute celebri star di importanti programmi tv negli Usa, il Muppet Show (che andò in onda prima nel Regno Unito) e Sesamo Apriti. Dunque, le possibilità argomentative per noi cinefili-critici in questi casi non sono poi molte, anzi, sono due: film-evento dell'anno o grandissimo flop?. Ma io su questa tenera e divertente metafora della vita non ho certo dubbi, e dico che I Muppet si piazzano dignitosamente e fieri in vetta, tra i migliori revival cinematografici degli ultimi anni. 


Il film esce nelle sale italiane a febbraio 2012, dopo l'ennesimo posticipo, diretto dal britannico James Bobin, regista e scrittore di The 11 O'Clock Show e Da Ali G Show , il quale ha contribuito a creare i personaggi di Ali G , Borat e Brüno. Affidato alla Disney per la distribuzione (e lo avevamo capito), perché non sfugge agli occhi dello spettatore il cartellone luminescente nei pressi del Teatro dei Muppet con Saetta Mc Queen. Kermit, Gonzo, Miss Piggy, Fozzie e il resto della "ciurma gommosa (e non)" portano nel cuore del film grandi e piccini, guidandoli secondo quelle sfumature sempre meno percepibili oggi. Si assapora finalmente quel gusto un po' vintage, di un tipo di cinema semplice, senza troppi effetti speciali o espedienti narrativi a strizzare le meningi. Più che altro ci si diverte e si riflette, al ritmo di gag spassose e uscite senza senso tipiche dei protagonisti. Non dimentichiamo infatti che nel film di Bobin nulla è lasciato al caso o peggio ancora viene stravolto, e la psicologia dei Muppet ne è la prova più evidente. Si contesta la diversità, o meglio, l'idea che la nostra società ha oggi (e da sempre) della diversità,  e si promuove la tenacia, la voglia di venir fuori al di là di tutto ciò che ci circonda. Si parla della famiglia, dello stare insieme, della fratellanza, dell'avidità di denaro, il potere. 


A dare a tutto il quadro la degna cornice di un film assolutamente da non perdere, la presenza di una componente musicale diluita nei vari intermezzi a catturare lo spettatore in una maniera così semplice ma allo stesso tempo forte come uno "tsunami" di note. Sono circa una trentina i brani presenti in questo film, ricordiamo alla direzione musicale Christophe Beck Bret McKenzieDal più classico "recuperato" dal First Muppet Show "Mahna Mahna" fino ad arrivare al commovente Man or Muppet interpretato da Gary e Walter. Per non parlare di un Jack Black chiuso in un bagagliaio e degli altri camei Mickey Rooney, Mila Kunis, Danny Trejo, French Stewart, Neil Patrick Harris, Whoopi Goldberg, Jim Parsons, Sarah Silverman, Selena Gomez, John Krasinski, Wanda Sykes. 











5 commenti:

  1. Non potevi utilizzare citazione migliore di quella che hai scritto.
    Il tuo è un concetto breve ma ricco, semplice ma passionale.
    Sembrerà scontato ma proprio pochi giorni fa, mentre riordinavo quell'agglomerato urbano della mia camera, ho trovato tra un fumetto e l'altro un cd masterizzato datato 2005 dove erano incisi : " The Muppet Show -Alla Conquista Di Broadway" & "The Muppet - L'Isola Del Tesoro" ... Stupore, sgomento, ilarità e ricordi rinchiusi in un pezzo di plastica rotondo che tenevo solo in mano.
    Accendo il computer.
    Inserisco il disco e ... SI ! Come nuovo.
    Mi sono rivisto lì, seduto a pochi passi dal televisore quando avevo piu o meno 5 o forse 6 anni a parlare con Kermit La Rana e a fantasticare con il mitico Gonzo (il mio preferito) o a sganasciarmi con Fozzie ... poi ecco tornare al 2012 e che t vedo !? che è uscito il nuovissimo film dei Mappet ... MIO !!!
    Grazie Valentina per questo tuffo al passato ... Il bambino degli anni '80 e l'adolescente degli anni '90 e per finire l'uomo del 2000 nn smetterà mai di crescere e di camminare per strada senza fantasticare un po...
    Complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Andrea...infatti avevo paura a peccare di mancanza di contenuti. Però ho tentato di mettere nella recensione le mie sensazioni, le mie emozioni senza esagerare, ma con l'intento di arrivare a stuzzicare qualcosa nei ricordi del lettore/spettatore. Sapere che con te ha funzionato mi rende davvero felice, e soddisfatta. Il tuo parere è importante...a presto. =)

      Elimina
    2. Grazie a te ... Ci sono momenti in cui nn sempre bisogna raccontare una storia per vivacizzare un pubblico irrequieto come quello moderno ... A volte bastano un nome o una descrizione e sarà il passato a presentarsi in "carne e ossa" nella camera dei sogni di ogni persona e far lacrimare di gioia anche il piu "aggrugnito" (scusate l'espressione poco ortodossa) dei visi ... CIAO ...

      Elimina
    3. La camera dei sogni...che bella immagine mi evoca!!! ^_^ E' vero, io poi sono spesso aggrugnita ultimamente, quindi. Se funziona con me...=) Torna a trovarmi quando puoi, a presto.

      Elimina
    4. =) ahahah ... lo farò ...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...